Domande che devi farti prima di acquistare una distruggi documenti

distruggi documenti

Uno dei modi più semplici per rubare l’identità di qualcuno non ha nulla a che fare con i computer e le password. Il semplice fatto di buttare via documenti sensibili li mette a disposizione di qualcun altro. Una distruggi documenti può aiutare, ma con diversi tipi e decine di modelli tra cui scegliere, è facile rimanere paralizzati dalla confusione. Di seguito, alcune delle nozioni di base da tenere a mente quando si acquista una distruggi documenti.

Perché ho bisogno di una distruggi documenti?

Quando si gettano documenti con numeri di conto e altre informazioni sensibili nella spazzatura o nel cestino, “ciò che si butta via è la propria identità”, ha detto Linda Foley, la fondatrice del Centro risorse per i furti d’identità. “È come buttare via mille dollari”.

Di fronte alla fatica potenzialmente costosa e dispendiosa in termini di tempo che comporta il recupero da una frode di identità, vale la pena di distruggerla. Una distruggi documenti “è uno strumento in più nel vostro arsenale contro il furto di identità”, ha detto la signora Foley. Mettetelo dove aprite la posta indesiderata o pagate le bollette, e fate in modo che sia un’abitudine distruggere immediatamente gli oggetti invece di buttarli via.

Cosa devo stracciare?

Dovrai distruggere un po’ della tua posta indesiderata e tutte le vecchie fatture, gli estratti conto o i documenti fiscali di cui ti stai liberando. Quando si tratta di posta indesiderata, alcune persone distruggono qualsiasi cosa con il loro nome e indirizzo. Ma secondo il centro risorse, le cose più importanti da distruggere sono le offerte delle società di servizi finanziari, come le carte di credito preapprovate, soprattutto se hanno codici a barre per l’elaborazione automatizzata. Si sa che i ladri si iscrivono alle carte usando questi documenti e poi presentano un nuovo indirizzo, così le vittime non scoprono il problema fino a quando le loro valutazioni di credito non sono rovinate.

Assicuratevi anche di distruggere tutti i “controlli di convenienza” che arrivano con gli estratti conto delle carte di credito, ha detto la signora Foley. Molte persone pensano che siano solo chiacchiere di marketing, ma sono assegni veri e propri legati al vostro conto. E distruggete qualsiasi altra offerta promozionale che qualcuno potrebbe usare, come gli inviti ad aggiungere una carta al vostro conto o un’altra linea telefonica.

Qual è il taglio giusto?

Gli esperti consigliano di usare, come minimo, un trituratore a taglio trasversale, che taglia un pezzo di carta di dimensioni standard in circa 400 piccoli rettangoli. Come dice Mark Mettler, vicepresidente senior per il merchandising di Staples, “Immaginate un mattarello pieno di denti, e i denti si intrecciano mentre la carta rotola”.

Anche con il taglio trasversale, tuttavia, è possibile che alcuni numeri e parole rimangano visibili, soprattutto se la stampa è piccola. Quindi persone come avvocati o professionisti della salute mentale con uffici a domicilio, che hanno bisogno di distruggere informazioni altamente sensibili, potrebbero voler prendere in considerazione un trituratore microtagliato, che taglia una pagina standard in circa 3.000 pezzi. (Ci sono macchine ancora più sofisticate, usate da aziende ed enti governativi, che trasformano la carta in polvere virtuale).

Quanto mi serve una macchina potente?

La potenza è una funzione della velocità di un trituratore, il numero di fogli di carta che può richiedere in una sola volta e quanto tempo può funzionare prima che il motore si surriscaldi. Più la macchina è robusta, più sarà costosa.

Le taglierine trasversali leggere (da 10 a 60 euro) richiedono da sei a otto fogli di carta alla volta e funzionano solo per circa due minuti. Tendono anche ad avere una dubbia affidabilità. Se si vuole essere in grado di far entrare la posta indesiderata senza aprirla prima, è necessaria almeno una macchina di medie dimensioni (dai 50 ai 130 euro) che richiede dai 9 ai 14 fogli e funziona per quattro o cinque minuti, ha detto la global marketing manager di Fellowes, un grande produttore di distruggi documenti. I modelli per gli utenti più esigenti (da 130 a 300 euro) richiedono da 12 a 20 fogli e possono funzionare per 10-20 minuti. Trovi tutte le distruggi documenti che cerchi sul sito specializzato Distruggi Documenti Click.

Quali altre caratteristiche dovrei considerare?

I trituratori di media e alta gamma di oggi offrono difese contro gli inceppamenti della carta, il taglio delle dita e il rumore di taglio. È inoltre possibile trovare una vasta gamma di dimensioni, colori e design. Mentre la maggior parte sono le dimensioni e la forma dei cestini della spazzatura, alcuni sono abbastanza piccoli da poter essere collocati su una scrivania.

Gli inceppamenti di carta sono una frustrazione comune, e di solito derivano dal tentativo di ficcare troppa carta in una sola volta, ha detto la signora Heaton. Per fermare gli inceppamenti, alcuni distruggidocumenti hanno sensori che misurano lo spessore e si fermano o avvertono quando si sta esagerando. Altri sputano carta se percepiscono l’arrivo di un inceppamento.

Se avete bambini, gatti curiosi o la tendenza a essere maldestri, vorrete dispositivi di sicurezza come lo spegnimento automatico quando le dita si avvicinano troppo alle lame, o serrature e chiavi. Considerate anche i livelli di rumore – l’uso di un trituratore può calmare i vostri nervi; ascoltarne uno sicuramente non lo farà.

Smerigliatrici per il legno: quando usarle

smerigliatrice

Le smerigliatrici vengono utilizzate moltissimo nell’ambito del fai da te, oltre che naturalmente dai professionisti del settore. Hanno diversi scopi d’uso ma di certo il più diffuso è senza dubbio quello che le vede impegnate nella lavorazione del legno. In questo articolo vedremo proprio nello specifico quando utilizzare una smerigliatrice per il legno. Iniziamo subito!

Quando usare una smerigliatrice per legno

I falegnami sanno che c’è un tempo e un luogo per levigare a mano. Di solito si leviga a mano per lavori piccoli e intricati in cui le smerigliatrici per legno a motore possono danneggiare o oscurare i bordi taglienti e i dettagli fini. Per i lavori di levigatura di grandi dimensioni, dove il lavoro passa da fasi grezze a fasi finite, non vi è alcun sostituto per le smerigliatrici elettriche. Sono gli utensili elettrici preferiti quando si tratta di efficienza.

In molte situazioni, non c’è niente di meglio di una smerigliatrice elettrica. La levigatura a mano va solo fino a quando la sola comodità di lasciare che un elettroutensile faccia il lavoro supera il risparmio dell’uso delle mani e di più fogli di carta vetrata. Ecco esempi comuni di situazioni in cui non c’è niente di meglio che mettere al lavoro una smerigliatrice elettrica.

  • Costruzione di mobili: Non importa se sei un hobbista o un artigiano professionista, ogni mobilificio ha bisogno di un assortimento di smerigliatrici elettriche. È difficile consigliare la migliore smerigliatrice per mobili, perché ci sono così tante applicazioni diverse. È possibile che possiate trarre vantaggio da tutti i tipi di smerigliatrici.
  • Fabbricazione di mobili: C’è una differenza tra la produzione di mobili e quella di armadietti. I mobili sono composti da molti pezzi indipendenti, mentre gli armadietti di solito si rifiniscono con componenti ad incastro e ad incastro. C’è poca differenza tra le esigenze di levigatura, tuttavia, e probabilmente utilizzerete sia smerigliatrici a nastro che smerigliatrici per la finitura dei fogli.
  • Costruzione di scale: Più che un compito di falegnameria, la costruzione di scale è più vicina a una forma d’arte. Questa abilità richiede grandi quantità di levigatura dove le smerigliatrici a nastro fanno un’enorme differenza in termini di velocità e scorrevolezza. Qui le smerigliatrici orbitali senza fili sono insostituibili.
  • Produzione di giocattoli: Se siete uno degli artigiani che costruisce giocattoli per bambini, le smerigliatrici a motore renderanno il vostro lavoro molto più facile. Un lavoro raffinato come la costruzione di giocattoli richiede strumenti unici come le smerigliatrici a disco. Potreste anche passare molto tempo a costruire giocattoli con una smerigliatrice a palma.

Puoi trovare altre informazioni come queste sulle smerigliatrici in legno sul sito specializzato smerigliatriceclick.com.

Quale levigatrice si deve usare?

Quando vi preparate per un lavoro, vorrete sempre la migliore levigatrice per il tipo di lavoro che svolgerete. Naturalmente, molte levigatrici hanno un suono simile, quindi quale dovreste prendere? La levigatrice orbitale casuale richiede una maggiore abilità nell’uso, ma può essere usata per periodi di tempo più lunghi a causa della minore vibrazione. Può anche eseguire quasi tutti i compiti una volta che ci si è abituati. Per questo motivo, una levigatrice orbitale casuale dovrebbe essere la vostra prima scelta se potete permettervi di acquistare una sola levigatrice per il vostro kit di utensili.

Come usare un cric da pavimento in modo sicuro

cric martinetto

La sicurezza è fondamentale quando si lavora sotto una macchina, e questo include quando si lavora con un martinetto. Qui ci sono diversi consigli per la sicurezza del cric martinetto da tenere a mente:

  • Assicuratevi sempre che il vostro cric martinetto sia in buone condizioni prima di utilizzarlo. Eventuali segni di perdite o danni richiedono una sostituzione immediata
  • Utilizzare un cric martinetto che ha una capacità di peso corrispondente al peso della vostra auto Evitare l’acquisto di cric martinetto economici per scopi di prestazioni e sicurezza
  • Assicuratevi sempre che il vostro camion sia fermo, stabile e anche in superficie prima di usare il cric martinetto. Assicuratevi di innestare le pause di emergenza e mettete il vostro carrello in posizione
  • Testate la stabilità del vostro cric martinetto prima di iniziare a lavorare sotto un camion
  • Conoscere la posizione dei punti di sollevamento della vostra auto per garantire che il vostro cric martinetto si blocchi perfettamente in essi
  • Utilizzare il martinetto per i camion sollevati per sostenere il vostro veicolo prima di lavorare sotto di esso. Questa misura precauzionale sarà utile nel caso in cui il vostro martinetto si rompa
  • Agganciare un cuneo sulla ruota opposta del vostro lavoro per evitare il rotolamento accidentale. Ad esempio, se si lavora sulla ruota posteriore sinistra, assicurarsi di agganciare la ruota posteriore destra
  • Non abbassare mai il martinetto quando si è sotto un veicolo

Diversi tipi di martinetti per auto

Anche se ci sono molti tipi di martinetti per auto, ecco i 4 più comuni.

Cric a forbice: questo tipo di martinetto viene fornito con un veicolo del produttore. Hanno una lunga vite che viene girata per tenere unite le “gambe” delle forbici. Quando le gambe vengono tirate insieme, crescono più in alto. Questo tipo di martinetti sono costruiti appositamente per modelli specifici in quanto si adattano ai punti di sollevamento di un’auto. Sono molto portatili e spesso vengono riposti in un compartimento del camion progettato per riporre gli attrezzi.

Martinetto da pavimento: questo è il tipo di martinetto per auto più popolare e più comune. È ottimo non solo per la manutenzione generale e la riparazione, ma anche per il cambio delle gomme. Utilizzano la pressione idraulica per sollevare camion e veicoli pesanti con relativa facilità. Dotato di 4 ruote per un facile posizionamento sotto un camion o un veicolo, è stabile. I martinetti a pavimento sono disponibili in diverse capacità di peso, e quindi è bene controllare la stazza del vostro camion carico prima di acquistare un martinetto koor in modo da poterne acquistare uno che si adatti alla capacità di peso lordo del vostro camion. Il rovescio della medaglia di questi martinetti per auto è che possono essere pesanti e ingombranti ed è per questo che sono preferiti soprattutto dai camionisti.

Cric bottiglia: questi assumono una forma cilindrica e sono dotati di un meccanismo che consente l’inserimento di una leva per creare pressione in questo martinetto. Possono anche fungere da martinetti a pedale, tranne per il fatto che non sono così compatti come loro e non sono dotati di ruote. Il principale svantaggio di questi martinetti è che, come i martinetti a forbice, la loro stabilità dipende dal tipo di superficie su cui si trovano.

Martinetto ad alto sollevamento: questi martinetti speciali sono progettati per sollevare veicoli fuoristrada con telaio sollevato. Possono sollevare facilmente i veicoli ad un’altezza sbalorditiva di 5 piedi e sono classificati a 7.000 libbre in termini di capacità di sollevamento. In termini di altezza, sono eccezionalmente lunghi e il più corto è di 3 piedi. Questo li rende imperfetti da mettere nei depositi di auto o camion.

Per altre informazioni utili sul cric martinetto ed acquistarne uno che rispecchi le tue esigenze clicca qui.

I 3 registratori vocali migliori sul mercato

registratore vocale

Sei curioso di scoprire quali sono i migliori registratori vocali sul mercato? Questa guida ti sarà sicuramente utile per stabilire quale di questi fa al caso tuo!

1. Registratore vocale digitale audio digitale Aketek 650HR

Aketek si occupa di nuovi esperimenti, ricerca scientifica, sviluppo e produzione tecnologica. Questa azienda mira a fornire prodotti eccellenti ad ogni consumatore ad un prezzo ragionevole. Dai proiettori ai registratori audio da viaggio, Aketek fa ogni sforzo per fornire al cliente la tecnologia più recente. 650HR di Aketek non è solo un altro gadget per la registrazione vocale, ma anche un registratore vocale digitale ricaricabile multifunzionale. L’interfaccia facile da usare consente agli utenti di registrare, cancellare e modificare le impostazioni in modo efficiente senza alcuna esperienza precedente. La lingua dell’interfaccia è la chiave per comprendere le molteplici opzioni disponibili in qualsiasi tecnologia, questi registratori hanno 24 lingue disponibili per l’interfaccia utente. Sia che vogliate registrare le vostre sessioni di lezione che un’inceppamento in studio, questi registratori digitali supportano entrambi i formati .mp3 e WAV. Allo stesso modo, con la memorizzazione integrata di 8 gigabyte, è possibile memorizzare molte registrazioni lunghe senza cancellarne nessuna.

Pro:

+ Fino a 24 lingue per l’interfaccia utente.

+ Funzione di ripetizione A-B.

+ Design compatto dell’interfaccia facile da usare.

Perché ci è piaciuto – Ottenere di più in meno è tutto ciò in cui 650HR di Aketek eccelle. Con una memoria integrata di 8 gb, la registrazione a comando vocale e la riproduzione di musica Mp3, questo dispositivo di registrazione audio è sicuramente un punto fermo.

2. Olympus VN-7200 Registratore vocale digitale Olympus VN-7200

Olympus è un produttore leader mondiale di tecnologia audio e video. Dalle fotocamere digitali ai dispositivi di registrazione vocale, questa azienda ha tutto per far fiorire le vostre esigenze. VN-7200 è un mashup di semplicità con la rinomata tecnologia del suono Olympus. Questi registratori audio digitali permettono agli utenti di registrare centinaia di ore di registrazione, tutti gli elogi vanno alla sua grande memoria interna da 2GB. Caratteristiche come la registrazione ad attivazione vocale, il posizionamento di indici e tre diverse modalità di registrazione permettono agli utenti di catturare le registrazioni ideali. Il VN-7200 è dotato di un ingresso microfonico che consente di collegare microfoni esterni per entrare ulteriormente nel gioco della registrazione. Allo stesso modo, un altoparlante integrato consente di ascoltare ciò che è stato registrato finora. Inoltre, un jack di uscita presente in questi registratori audio consente di collegare le cuffie per le sessioni di ascolto private. Per quanto riguarda la memorizzazione, è divisa in quattro cartelle separate e ogni cartella contiene 200 file. VN-7200 di Olympus distrae gli utenti dal sporcarsi le mani con quei vecchi nastri inaffidabili.

Pro:

+ La registrazione ad attivazione vocale permette di impostare un livello specifico per l’avvio automatico della registrazione.

+ Modalità di riproduzione veloce e lenta.

+ Ingresso microfono in ingresso e uscita cuffie.

Perché ci è piaciuto – VN-7200 offre agli utenti una serie di motivi per passare ai registratori vocali digitali. Con la marcatura di indicizzazione, la registrazione ad attivazione vocale e fino a 1.511 ore di registrazione, il VN-7200 è contrassegnato come registratore audio a basso costo.

3. Trustin registratore vocale digitale audio professionale

La tag line dei prodotti Trustin è “abbiate fiducia nella vostra voce”. Da oltre 20 anni Trustin è un’azienda di produzione di prodotti dal suono professionale che mira a fornire prodotti di qualità a prezzi accessibili. Sei uno studente che vuole registrare le lezioni per il doposcuola? Oppure vuoi caricare una registrazione sonora di alta qualità di quel prossimo concerto? Beh, in questo caso, Trustin ha qualcosa per voi. I registratori audio digitali professionali ricaricabili da viaggio di Trustin sono stati progettati per registrare audio di alta qualità a prescindere dalle barriere. Questo pezzo di tecnologia permette di registrare un suono cristallino da una distanza massima di 15 metri fino a un target specifico. Quindi il vostro dispositivo di registrazione è morto? Nessun problema! Dato che questi registratori vocali di Trustin hanno una doppia fonte di alimentazione. Basta aggiungere una batteria alcalina LRO3(AAA) e si è pronti a registrare ancora una volta! Non c’è bisogno di acquistare una scheda SD separata, poiché la sua grande capacità di memoria di 8 gigabyte assicura che le vostre lunghe sessioni di registrazione non vengano interrotte. Questo gadget professionale per la registrazione audio digitale di Trustin ha tutto ciò che serve per completare le vostre esigenze – cliccate per vedere lo studio sulle basi.

Pro:

+ La funzione di trasferimento su PC permette di scambiare file con il vostro personal computer.

+ Un solo tasto per la registrazione e il salvataggio lo rende facile da usare.

+ Regolazione variabile della velocità.

Perché ci è piaciuto – Trustin è il nome di cui la gente si fida. Con caratteristiche come la massima resistenza, la doppia funzione di protezione e la riduzione attiva del rumore ADC professionale, non sarebbe difficile dire che questo registratore è al top della sua categoria.

8 consigli per stirare i vestiti correttamente

ferro da stiro

Quando ci siamo sposati, sono rimasta sorpresa di apprendere che mio marito voleva che tutti i suoi calzini e la sua biancheria intima fossero stirati! Alla giovane me che stirava solo quando arrivava al punto di non avere niente da indossare, questo sembrava molto strano.  La stiratura è stata un pomo della discordia tra noi per molto tempo. Con il tempo, lui stesso ha imparato a stirare da solo tutte le calze e la biancheria e io ho imparato alcuni semplici trucchi per stirare meglio, almeno quando è assolutamente necessario.

  • Regola 1: Appena i vestiti sono fuori dalla lavatrice (se si sta asciugando la linea) dare una scossa per rimuovere le pieghe e appenderli correttamente. In questo modo il tessuto non si raggrinzerà e non si asciugherà in questa posizione piena di pieghe e renderà la stiratura più difficile (come se stirare non fosse già difficile!). Se usate l’asciugatrice, toglietela non appena il processo è finito e appendetela o piegatela in modo ordinato – non aspettate che le pieghe si fissino.
  • Regola 2: Appena prima di stirare, assicurarsi che la piastra sia pulita e senza macchie. Ho vissuto storie orribili di macchie di tessuto a causa di qualche bruciatura casuale sul ferro da stiro. Prevenire le macchie della piastra usando le corrette impostazioni di calore per i vestiti in base al tipo di tessuto e appoggiando il ferro da stiro dopo l’uso sul suo posto di riposo e non sull’asse coperta da un panno. Me ne dimentico sempre e brucio la superficie dell’asse dimenticando che il ferro da stiro caldo è appoggiato lì per gli ultimi 15 minuti in cui sono stata al telefono.
  • Regola 3: Usare una spazzola per rimuovere la peluria e la lanugine del tessuto sui vestiti prima di stirare.
  • Regola 4: Testare la temperatura del ferro da stiro su un punto poco appariscente come l’interno dell’orlo prima di stirare direttamente sulla tasca anteriore o da qualche parte come nella vostra parte anteriore.
  • Regola 5: Pianificare: Ordinare il bucato lavato in base alla temperatura richiesta – cioè iniziare a stirare i vestiti che richiedono un calore basso prima di passare a quelli che richiedono un calore elevato come quelli di lino/cotone. Risparmiare sulla bolletta della luce. Pianificate la sequenza di stiratura e seguitela – come per le camicie cominciate con maniche, colletto, giogo posteriore e schiena, spalla anteriore, corpo anteriore, o comunque intendiate farlo.
  • Regola 6: I tessuti sintetici (poliestere o nylon) non devono necessariamente essere stirati. Segni di bruciature, tessuti fusi – sono tutti reali quando si stirano vestiti fatti di questi tessuti. I tessuti sintetici bruciano molto velocemente – anche quando si pensa di avere la temperatura più bassa, un po’ di pressione e un momento dimenticato sono tutto ciò di cui hanno bisogno per bruciare e marcare. Appendeteli nella zona dove c’è umidità, come nella zona della doccia calda dove il vapore stira le pieghe. Con abiti sintetici o in misto poliestere-cotone questo è tutto ciò che si può fare – l’umidità sarà il trucco – le pieghe scompariranno magicamente dopo essere state appese lì per qualche ora. Non c’è bisogno di stirare affatto.
  • Regola 7: Potete inumidire i vestiti utilizzando un panno pulito che viene immerso in acqua e strizzato per rimuovere l’acqua in eccesso. Un panno pressato inumidito è una manna quando si stirano le pieghe ostinate. Potete tenerlo sopra le pieghe dure o usarlo per lucidare il tessuto per rendere il tessuto leggermente bagnato. Un altro modo è quello di stirare i vestiti prima che siano completamente asciutti, appena usciti dall’asciugatrice. Come ho detto, i tessuti stirano meglio quando sono leggermente umidi.
  • Regola 8: Un ferro da stiro a vapore non è una necessità, ma uno strumento molto comodo da avere (ne trovi di ottimi su ferrodastirotop.com). All’interno di questo ferro da stiro ci sarà uno spazio per versare l’acqua che si trasformerà in vapore quando sarà collegato ad una presa di corrente. La piastra del ferro da stiro avrà dei piccoli fori che emetteranno il vapore risultante attraverso di essi. In questo modo non è necessario utilizzare un panno pressante inumidito per rimuovere le pieghe ostinate. Se la vostra zona ha l’acqua dura, questo sarà un problema per il vostro ferro da stiro. Questo articolo dice di rimuovere sempre l’acqua in eccesso dalla camera quando hai finito di stirare. Altrimenti i depositi dell’acqua rovineranno i vostri vestiti. Potete usare acqua di sorgente in bottiglia o acqua di rubinetto non trattata. Non usate acqua distillata al 100%. Non usate mai amido, profumo o balsamo per tessuti.

Imparare a stare sui pattini a rotelle

pattini a rotelle

Il pattinaggio a rotelle è un’attività sana che tutti dovrebbero imparare a bordo. Imparare a pattinare a rotelle è un grande passo per costruire le ossa e i muscoli e migliorare le condizioni generali di salute del corpo. Tuttavia, ci sono molte cose che dovreste sapere per quanto riguarda l’apprendimento del pattinaggio, come ad esempio quanto tempo ci vuole per imparare a pattinare a rotelle e come pattinare. Queste sono le cose di cui parleremo in questo post.

Quanto tempo ci vuole per imparare a pattinare?

Dipende dal processo di apprendimento dell’allievo. Alcune persone imparano rapidamente, mentre altri si prendono il loro tempo per digerire tutto ciò che c’è da imparare. Di solito ci vuole da un’ora a circa 40 ore in una settimana al massimo perché un principiante impari a pattinare a rotelle. Tuttavia, questo lasso di tempo dipende da alcuni fattori. Uno di questi fattori è l’età. L’età gioca un ruolo importante nel processo di apprendimento. Più giovane è l’allievo, più facile è per lui da capire. Questo è il motivo per cui la maggior parte delle persone che hanno finito per diventare pattinatori ha iniziato da quando erano bambini a quando erano preadolescenti. Questo non significa che le persone più anziane non possano imparare velocemente come i più giovani. Anche l’equilibrio e la coordinazione del corpo giocano un ruolo importante in questo.

È difficile imparare a pattinare a rotelle?

Imparare a pattinare a rotelle non è diverso da chi cerca di imparare a giocare a calcio o ad altri sport. All’inizio sarà difficile, ma con coerenza e duro lavoro, diventare un esperto non è fuori dalla portata. La pratica, dicono, porta alla perfezione. Se sei disposto ad imparare a pattinare, devi essere disposto a metterci il tuo impegno. Ci vuole pratica per capire come muoversi, girare, fermarsi, rotolare, rotolare, fare retromarcia, ecc. e ci si dovrebbe aspettare di cadere un sacco di volte, perché tutti ci sono passati. Prima di poter fare il pattinaggio a rotelle, bisogna prendere nota del proprio equilibrio. L’equilibrio del corpo è probabilmente uno dei motivi principali per cui le persone hanno difficoltà ad imparare il pattinaggio a rotelle. Ad ogni piccolo urto, cadono perché hanno perso l’equilibrio.

Il pattinaggio richiede di alternare costantemente la posizione dei piedi, e questo fa cadere le persone se non sono in equilibrio. Questo è normale per ogni nuovo pattinatore. Se non avete il giusto equilibrio, il pattinaggio a rotelle sarà difficile per voi, il che significa che passerete molto tempo a cercare di imparare. Il fatto è che il pattinaggio può essere molto divertente se si riesce a sviluppare il proprio equilibrio. Con l’equilibrio arriva una velocità decente perché diventerete più sicuri di voi stessi nel pattinaggio a rotelle. Se avete raggiunto il giusto equilibrio, pattinare più a fondo sarà all’ordine del giorno. Sarete anche in grado di sfuggire a piccoli urti e di mantenere l’equilibrio.

Per migliorare il vostro processo di apprendimento, assicuratevi di trovare un istruttore o una persona con conoscenze di pattinaggio sufficienti e pratiche per insegnarvi le basi. Insegnarvi senza una pratica effettiva non sarà sufficiente. Spesso è più facile a dirsi che a farsi, quindi cercate un istruttore che sia disposto a insegnare e a fare pratica con voi.

Clicca qui per approfondire l’argomento sulle varie tipologie di pattini a rotelle che puoi trovare in commercio.

3 consigli per migliorare il tuo caffè a casa

macchina da caffè

Io (davvero) amo il caffè, quindi provo sempre nuovi modi per fare la migliore tazza di caffè fatta in casa. Ci sono alcune tecniche che possono migliorare immediatamente la qualità del vostro caffè, non importa quanto sia fantasiosa (o di base) la macchina da caffè che possedete in casa (a proposito, provate questa macchina da caffè a cialde e non ve ne pentirete!). Qui ci sono cinque consigli per rendere il vostro gusto di caffè a goccia molto meglio.

1. Acquista il caffè in grani fresco e intero

Una tazza di caffè è buona solo quanto i chicchi di partenza sono buoni. Se compri sacchi di caffè premacinato, lo fai in modo sbagliato. Cominciate invece con chicchi freschi e interi. C’è un motivo per cui la maggior parte delle aziende produttrici di caffè non fornisce la data di quando il caffè è stato tostato; la roba che trovate sullo scaffale del negozio di alimentari è probabilmente lì da mesi. Il caffè raggiunge il suo massimo sapore solo pochi giorni dopo la tostatura e dovrebbe essere consumato entro un mese dalla data di tostatura. Per trovare del caffè fresco, controllate i negozi di caffè locali. Alcuni tostano sul posto o provengono da torrefattori locali che tostano in lotti più piccoli, il che significa tipicamente caffè più fresco.

2. Conservare correttamente i chicchi

Conserva il caffè correttamente e manterrai il suo sapore fresco il più a lungo possibile. Per mantenere il caffè acquistato fresco più a lungo, assicurarsi di conservarlo correttamente. Mentre un contenitore sottovuoto sigillato con una valvola unidirezionale è raccomandato da molti, un barattolo standard sarà sufficiente per la maggior parte delle persone. Se avete più vasetti di tante dimensioni, non è una cattiva idea di spostare il caffè al barattolo di dimensioni più appropriate. In questo modo aiuterete il caffè a mantenere integro il proprio sapore senza che l’aroma e l’essenza si disperda nel barattolo in cui è contenuto.

3. Come e quando si macina

E’ bene macinare il caffè immediatamente prima dell’erogazione: in questo modo non si fa altro che ottenere il massimo del gusto. Gli esperti dicono che il caffè inizia a perdere il suo sapore entro 30 minuti dalla macinatura. In questo caso, è meglio macinare al momento, appena prima di preparare una tazza di caffè. Anche la dimensione e la consistenza della macinatura sono molto importanti al fine di ottenere un caffè di ottima qualità. Macinare troppo grossolanamente vorrà dire avere un caffè lento, insapore e poco gustoso. Se la macinatura è troppo fine, al contrario, il caffè si estrarrà troppo e avrà un sapore fin troppo deciso, potremmo dire anche amaro. La maggior parte delle caffettiere richiedono una macinatura da media a medio-fine. A meno che non vogliate spendere più di €100 per un macinacaffè automatico di qualità, un macinino manuale è il modo più conveniente per ottenere una macinatura piacevole e costante, anche se richiede una piccola quantità di lavoro manuale. Anche i macinatori a lama elettrica funzionano, ma producono particelle di dimensioni incoerenti, che possono portare a un’eccessiva estrazione.

Affettatrice: due modelli a confronto

modelli affettatrice

Oggi parliamo di affettatrici ed in particolar modo metteremo a confronto due dei modelli più venduti in modo da capire quali sono le caratteristiche che ricerchiamo e cosa ci potrebbe far propendere per l’uno o per l’altro modello. Naturalmente in commercio esistono diversi tipi di affettatrice: se vuoi conoscere tutti gli altri modelli clicca qui.

Ecco quindi quali sono i due modelli che oggi analizziamo.

Valley Sportsman

State cercando un modo per affettare la carne mentre siete in viaggio? L’affettatrice elettrica in acciaio inossidabile per alimenti e carne Valley Sportsman vanta un design compatto che contribuisce a renderla molto portatile. È inoltre dotata di un coperchio per il trasporto che protegge la lama durante il trasporto.

La lama da 8,7 pollici può essere regolata per fornire fette di carne di diverso spessore. Questo modello è stato progettato per essere molto facile da usare e pulire. Ci sono anche speciali piedini a ventosa antiscivolo sulla base per aiutare a tenerla saldamente in posizione durante il funzionamento.

Purtroppo, il Valley Sportsman 8.7 in acciaio inossidabile per alimenti e carne non sembra particolarmente resistente. L’alloggiamento è di plastica piuttosto che di metallo e sembra che possa rompersi in qualsiasi momento. Le dimensioni ridotte di questa affettatrice di carne significano anche che non è l’ideale per un uso pesante.

Inoltre, è probabile che gli utenti scoprano che le fette di carne che tagliano non sono particolarmente precise. Ciò è in parte dovuto al fatto che la lama dell’affettatrice ruota piuttosto lentamente. Tuttavia, questo è probabilmente un piccolo problema per le persone che vogliono avere la possibilità di affettare la carne mentre viaggiano.

Pro

  • Vanta un motore da 180 Watt.
  • Affetta direttamente su un piatto.
  • Dispone di piedini antiaderenti.
  • Viene fornito con un coperchio del carrello.

Contro

  • La lama non è particolarmente precisa.
  • Non è l’ideale per affettare una grande quantità di carne.

Affettatrice elettrica Della

Siete pronti a godere di alimenti affettati alla perfezione? L’Affettatrice Elettrica Commerciale di Carne Della 8.7″ affetta molto velocemente e in modo uniforme. Le fette perfettamente regolate sono fornite fino alla fine del pezzo di carne.

Questo è garantito dalla lama in acciaio inox massiccio da 8,7 pollici. Questa lama viene costantemente affilata durante il funzionamento. Ciò significa che gli utenti possono essere sicuri che la lama sarà sempre molto affilata quando ne hanno bisogno.

Come bonus aggiuntivo, l’affettatrice elettrica commerciale di carne Della 8,7″ è veloce e facile da smontare. Questo aiuta ad assicurarsi che il processo di pulizia sia un gioco da ragazzi. Il design in metallo solido aiuta anche ad eliminare la diffusione di germi e la contaminazione.

Va notato che questo modello tende a surriscaldarsi molto durante il funzionamento. Infatti, si consiglia di lasciarlo raffreddare ogni dieci minuti. È probabile che questo vada bene per un uso occasionale, ma può essere un po’ scomodo e anche potenzialmente pericoloso.

Gli utenti potrebbero anche scoprire che il motore non è particolarmente potente. È probabile che faccia fatica con oggetti particolarmente grandi o congelati. Tuttavia, la carne normale, il formaggio, il pane e le verdure sode possono essere affettati con facilità.

Pro

  • Affetta molto rapidamente e in modo uniforme.
  • Vanta un design molto solido e resistente.
  • Affetta finemente verdure sode, pane e carne.
  • Viene fornito con un affilacoltelli incorporato.
  • Facile da usare e pulire.

Contro

  • Deve essere lasciato raffreddare ogni dieci minuti.
  • Il motore è piuttosto debole.

Stai friggendo in modo sicuro?

friggitrice

Mentre i cibi fritti sono sempre più popolari e piacciono sempre di più, la cottura con questo metodo lascia un margine di errore che può essere disastroso. Seguendo alcune semplici regole, è possibile friggere in modo totalmente sicuro.

  1. Usare olio con un alto punto di fumo. Questa è la temperatura alla quale un olio può essere riscaldato prima che fumi e bruci. Gli oli saturi e monoinsaturi sono i più stabili per friggere. Gli oli ricchi di polifenoli o antiossidanti sono anche più facili da lavorare, perché sembrano meno danneggiati alle alte temperature – tra questi l’olio di oliva e l’olio di colza.
  2. Utilizzare una padella grande, larga e robusta. Non riempite mai la pentola più di due terzi di olio, perché potrebbe bollire quando il cibo viene aggiunto, e potrebbe rovesciarsi.
  3. Assicuratevi di avere un coperchio ben aderente a portata di mano nel caso in cui l’olio prenda fuoco. Se la vostra teglia non ha un coperchio che si adatti, una teglia grande e piatta farà il lavoro.
  4. Controllate la temperatura dell’olio. Se avete un termometro per alimenti riscaldate l’olio a 160°C per il basso, 180°C per il moderato e 190°C per l’alto. Evitate di riscaldare l’olio ad una temperatura superiore a questa, perché potrebbe prendere fuoco. Se non avete un termometro, provate l’olio con un cubetto di pane. Dovrebbe dorare in 30-40 secondi quando l’olio è a calore moderato.
  5. Non mettete mai il cibo bagnato nella friggitrice. L’eccesso di liquido causerà la formazione di schizzi d’olio che possono causare lesioni. I cibi particolarmente umidi devono essere tamponati con carta da cucina prima di friggere.
  6. Non lasciate mai una padella di olio caldo incustodita; può essere sufficiente un minuto o due perché l’olio si surriscaldi e prenda fuoco.
  7. Allontanare i manici dalla parte anteriore della pentola per evitare che la pentola si stacchi dal piano di cottura.
  8. Mantenere la cucina una zona priva di bambini mentre si frigge. Le mani piccole possono causare catastrofi quando si ha a che fare con l’olio caldo.
  9. Togliere il cibo con un grande cucchiaio a fessura o con una pinza robusta, qualcosa che permetta all’olio di scolare mentre si solleva il cibo.
  10. Per smaltire l’olio in modo sicuro, lasciarlo raffreddare completamente, versarlo in una brocca e poi rimetterlo nella sua bottiglia originale. Non versate mai l’olio nel lavandino, a meno che non vogliate che i tubi siano bloccati!

Cosa fare se dovessero capitare inconvenienti

  • Se l’olio comincia a fumare, spegnere il riscaldamento e lasciare raffreddare l’olio.
  • Se l’olio prende fuoco, spegnete il fuoco e soffocate le fiamme con un coperchio, una grande teglia da forno o una coperta antincendio – o usate un estintore, se ne avete uno.  
  • Non spruzzare mai il fuoco con acqua; ciò causerà la propagazione delle fiamme.

Una volta ben acquisiti i concetti di sicurezza, è bene informarsi su quali modelli possano rispecchiare le tue esigenze: puoi trovare tutti i modelli disponibili sul mercato e le loro recensioni sul sito specializzato https://friggitriceclick.com/.

Grigliare: quali sono i pericoli da evitare

Con l’estate che si avvicina rapidamente, molti appassionati di cucina non vedono l’ora di tirar fuori il grill per qualche gustoso pasto estivo. Tuttavia, la griglia può davvero essere deleteria se usata in modo improprio. Dato che luglio è il mese più comune per gli incendi a causa delle grigliate, è meglio stabilire delle regole per quanto riguarda le grigliate e ricordarle ai vostri inquilini molto prima dell’inizio dei mesi estivi.

Esaminiamo i vari tipi di griglie e i rischi di ciascuna.

 Griglie a carbone

La preoccupazione principale con le griglie a carbone è il rilascio di monossido di carbonio, un gas inodore, incolore e mortale. Se utilizzate in un’area poco ventilata, le griglie a carbone possono rilasciare abbastanza monossido di carbonio da diventare mortali. Inoltre, i carboncini caldi emettono ancora un po’ di monossido di carbonio, quindi assicuratevi che i carboncini usati siano completamente freddi prima di smaltirli, e non conservate mai una griglia con carboncini caldi al chiuso o in un garage.

Griglie a propano

Anche se spesso considerate più sicure delle griglie a carbone, le griglie a propano rappresentano un notevole rischio di incendio. Infatti, l’83% degli incendi delle griglie sono appiccati con le griglie a gas! La preoccupazione principale con le griglie a propano sono le perdite di gas, che possono portare all’esplosione. Ad esempio, se i collegamenti dei tubi flessibili non sono sicuri, il gas in eccesso può accumularsi sotto il coperchio ed esplodere.

Griglie elettriche o bistecchiere elettriche

Generalmente più sicure delle griglie a carbone o a propano, le griglie o bistecchiere elettriche possono rappresentare un rischio di incendio se si utilizza una prolunga non adatta all’uso all’aperto. Il rischio di incendio esiste per tutti i tipi di griglie, ma il rischio è ancora maggiore quando sono usate su un balcone o su una terrazza. I balconi sono vicini agli edifici per natura, e molti muri sono fatti di materiali combustibili. Se una griglia prendesse fuoco, probabilmente darebbe fuoco all’edificio o alla terrazza vicini. Le griglie su queste superfici possono violare anche le ordinanze della città. Per esempio, in alcune città vige la seguente ordinanza sulle grigliate: “Per le abitazioni mono e bifamiliari diverse dalle abitazioni mono e bifamiliari, non si devono usare o accendere griglie a gas, griglie a carbone o altri dispositivi simili usati per cucinare, riscaldare o per qualsiasi altro scopo, su qualsiasi balcone o sotto qualsiasi porzione di sporgenza o entro 10 metri da qualsiasi struttura”. In generale, le grigliate devono essere fatte su una superficie non combustibile in un’area ben ventilata, a 10 metri di distanza da qualsiasi struttura. Considerate la possibilità di avere un estintore vicino a qualsiasi area comune per la grigliata.

Detto ciò, l’importante è utilizzare la vostra bistecchiera elettrica nelle condizioni di sicurezza. Per capire di cosa stiamo parlando basta leggere le istruzioni d’uso riportate in qualsiasi bistecchiera elettrica si trovi in commercio. Il loro utilizzo improprio può causare danni, ma se utilizzate regolarmente le bistecchiere elettriche non presentano nessuna minaccia per la tua incolumità o per quella dei tuoi cari e della tua casa.

Per saperne di più sulle bistecchiere elettriche puoi visitare il sito Bistecchiera Elettrica Click.