I 3 registratori vocali migliori sul mercato

registratore vocale

Sei curioso di scoprire quali sono i migliori registratori vocali sul mercato? Questa guida ti sarà sicuramente utile per stabilire quale di questi fa al caso tuo!

1. Registratore vocale digitale audio digitale Aketek 650HR

Aketek si occupa di nuovi esperimenti, ricerca scientifica, sviluppo e produzione tecnologica. Questa azienda mira a fornire prodotti eccellenti ad ogni consumatore ad un prezzo ragionevole. Dai proiettori ai registratori audio da viaggio, Aketek fa ogni sforzo per fornire al cliente la tecnologia più recente. 650HR di Aketek non è solo un altro gadget per la registrazione vocale, ma anche un registratore vocale digitale ricaricabile multifunzionale. L’interfaccia facile da usare consente agli utenti di registrare, cancellare e modificare le impostazioni in modo efficiente senza alcuna esperienza precedente. La lingua dell’interfaccia è la chiave per comprendere le molteplici opzioni disponibili in qualsiasi tecnologia, questi registratori hanno 24 lingue disponibili per l’interfaccia utente. Sia che vogliate registrare le vostre sessioni di lezione che un’inceppamento in studio, questi registratori digitali supportano entrambi i formati .mp3 e WAV. Allo stesso modo, con la memorizzazione integrata di 8 gigabyte, è possibile memorizzare molte registrazioni lunghe senza cancellarne nessuna.

Pro:

+ Fino a 24 lingue per l’interfaccia utente.

+ Funzione di ripetizione A-B.

+ Design compatto dell’interfaccia facile da usare.

Perché ci è piaciuto – Ottenere di più in meno è tutto ciò in cui 650HR di Aketek eccelle. Con una memoria integrata di 8 gb, la registrazione a comando vocale e la riproduzione di musica Mp3, questo dispositivo di registrazione audio è sicuramente un punto fermo.

2. Olympus VN-7200 Registratore vocale digitale Olympus VN-7200

Olympus è un produttore leader mondiale di tecnologia audio e video. Dalle fotocamere digitali ai dispositivi di registrazione vocale, questa azienda ha tutto per far fiorire le vostre esigenze. VN-7200 è un mashup di semplicità con la rinomata tecnologia del suono Olympus. Questi registratori audio digitali permettono agli utenti di registrare centinaia di ore di registrazione, tutti gli elogi vanno alla sua grande memoria interna da 2GB. Caratteristiche come la registrazione ad attivazione vocale, il posizionamento di indici e tre diverse modalità di registrazione permettono agli utenti di catturare le registrazioni ideali. Il VN-7200 è dotato di un ingresso microfonico che consente di collegare microfoni esterni per entrare ulteriormente nel gioco della registrazione. Allo stesso modo, un altoparlante integrato consente di ascoltare ciò che è stato registrato finora. Inoltre, un jack di uscita presente in questi registratori audio consente di collegare le cuffie per le sessioni di ascolto private. Per quanto riguarda la memorizzazione, è divisa in quattro cartelle separate e ogni cartella contiene 200 file. VN-7200 di Olympus distrae gli utenti dal sporcarsi le mani con quei vecchi nastri inaffidabili.

Pro:

+ La registrazione ad attivazione vocale permette di impostare un livello specifico per l’avvio automatico della registrazione.

+ Modalità di riproduzione veloce e lenta.

+ Ingresso microfono in ingresso e uscita cuffie.

Perché ci è piaciuto – VN-7200 offre agli utenti una serie di motivi per passare ai registratori vocali digitali. Con la marcatura di indicizzazione, la registrazione ad attivazione vocale e fino a 1.511 ore di registrazione, il VN-7200 è contrassegnato come registratore audio a basso costo.

3. Trustin registratore vocale digitale audio professionale

La tag line dei prodotti Trustin è “abbiate fiducia nella vostra voce”. Da oltre 20 anni Trustin è un’azienda di produzione di prodotti dal suono professionale che mira a fornire prodotti di qualità a prezzi accessibili. Sei uno studente che vuole registrare le lezioni per il doposcuola? Oppure vuoi caricare una registrazione sonora di alta qualità di quel prossimo concerto? Beh, in questo caso, Trustin ha qualcosa per voi. I registratori audio digitali professionali ricaricabili da viaggio di Trustin sono stati progettati per registrare audio di alta qualità a prescindere dalle barriere. Questo pezzo di tecnologia permette di registrare un suono cristallino da una distanza massima di 15 metri fino a un target specifico. Quindi il vostro dispositivo di registrazione è morto? Nessun problema! Dato che questi registratori vocali di Trustin hanno una doppia fonte di alimentazione. Basta aggiungere una batteria alcalina LRO3(AAA) e si è pronti a registrare ancora una volta! Non c’è bisogno di acquistare una scheda SD separata, poiché la sua grande capacità di memoria di 8 gigabyte assicura che le vostre lunghe sessioni di registrazione non vengano interrotte. Questo gadget professionale per la registrazione audio digitale di Trustin ha tutto ciò che serve per completare le vostre esigenze – cliccate per vedere lo studio sulle basi.

Pro:

+ La funzione di trasferimento su PC permette di scambiare file con il vostro personal computer.

+ Un solo tasto per la registrazione e il salvataggio lo rende facile da usare.

+ Regolazione variabile della velocità.

Perché ci è piaciuto – Trustin è il nome di cui la gente si fida. Con caratteristiche come la massima resistenza, la doppia funzione di protezione e la riduzione attiva del rumore ADC professionale, non sarebbe difficile dire che questo registratore è al top della sua categoria.

8 consigli per stirare i vestiti correttamente

ferro da stiro

Quando ci siamo sposati, sono rimasta sorpresa di apprendere che mio marito voleva che tutti i suoi calzini e la sua biancheria intima fossero stirati! Alla giovane me che stirava solo quando arrivava al punto di non avere niente da indossare, questo sembrava molto strano.  La stiratura è stata un pomo della discordia tra noi per molto tempo. Con il tempo, lui stesso ha imparato a stirare da solo tutte le calze e la biancheria e io ho imparato alcuni semplici trucchi per stirare meglio, almeno quando è assolutamente necessario.

  • Regola 1: Appena i vestiti sono fuori dalla lavatrice (se si sta asciugando la linea) dare una scossa per rimuovere le pieghe e appenderli correttamente. In questo modo il tessuto non si raggrinzerà e non si asciugherà in questa posizione piena di pieghe e renderà la stiratura più difficile (come se stirare non fosse già difficile!). Se usate l’asciugatrice, toglietela non appena il processo è finito e appendetela o piegatela in modo ordinato – non aspettate che le pieghe si fissino.
  • Regola 2: Appena prima di stirare, assicurarsi che la piastra sia pulita e senza macchie. Ho vissuto storie orribili di macchie di tessuto a causa di qualche bruciatura casuale sul ferro da stiro. Prevenire le macchie della piastra usando le corrette impostazioni di calore per i vestiti in base al tipo di tessuto e appoggiando il ferro da stiro dopo l’uso sul suo posto di riposo e non sull’asse coperta da un panno. Me ne dimentico sempre e brucio la superficie dell’asse dimenticando che il ferro da stiro caldo è appoggiato lì per gli ultimi 15 minuti in cui sono stata al telefono.
  • Regola 3: Usare una spazzola per rimuovere la peluria e la lanugine del tessuto sui vestiti prima di stirare.
  • Regola 4: Testare la temperatura del ferro da stiro su un punto poco appariscente come l’interno dell’orlo prima di stirare direttamente sulla tasca anteriore o da qualche parte come nella vostra parte anteriore.
  • Regola 5: Pianificare: Ordinare il bucato lavato in base alla temperatura richiesta – cioè iniziare a stirare i vestiti che richiedono un calore basso prima di passare a quelli che richiedono un calore elevato come quelli di lino/cotone. Risparmiare sulla bolletta della luce. Pianificate la sequenza di stiratura e seguitela – come per le camicie cominciate con maniche, colletto, giogo posteriore e schiena, spalla anteriore, corpo anteriore, o comunque intendiate farlo.
  • Regola 6: I tessuti sintetici (poliestere o nylon) non devono necessariamente essere stirati. Segni di bruciature, tessuti fusi – sono tutti reali quando si stirano vestiti fatti di questi tessuti. I tessuti sintetici bruciano molto velocemente – anche quando si pensa di avere la temperatura più bassa, un po’ di pressione e un momento dimenticato sono tutto ciò di cui hanno bisogno per bruciare e marcare. Appendeteli nella zona dove c’è umidità, come nella zona della doccia calda dove il vapore stira le pieghe. Con abiti sintetici o in misto poliestere-cotone questo è tutto ciò che si può fare – l’umidità sarà il trucco – le pieghe scompariranno magicamente dopo essere state appese lì per qualche ora. Non c’è bisogno di stirare affatto.
  • Regola 7: Potete inumidire i vestiti utilizzando un panno pulito che viene immerso in acqua e strizzato per rimuovere l’acqua in eccesso. Un panno pressato inumidito è una manna quando si stirano le pieghe ostinate. Potete tenerlo sopra le pieghe dure o usarlo per lucidare il tessuto per rendere il tessuto leggermente bagnato. Un altro modo è quello di stirare i vestiti prima che siano completamente asciutti, appena usciti dall’asciugatrice. Come ho detto, i tessuti stirano meglio quando sono leggermente umidi.
  • Regola 8: Un ferro da stiro a vapore non è una necessità, ma uno strumento molto comodo da avere (ne trovi di ottimi su ferrodastirotop.com). All’interno di questo ferro da stiro ci sarà uno spazio per versare l’acqua che si trasformerà in vapore quando sarà collegato ad una presa di corrente. La piastra del ferro da stiro avrà dei piccoli fori che emetteranno il vapore risultante attraverso di essi. In questo modo non è necessario utilizzare un panno pressante inumidito per rimuovere le pieghe ostinate. Se la vostra zona ha l’acqua dura, questo sarà un problema per il vostro ferro da stiro. Questo articolo dice di rimuovere sempre l’acqua in eccesso dalla camera quando hai finito di stirare. Altrimenti i depositi dell’acqua rovineranno i vostri vestiti. Potete usare acqua di sorgente in bottiglia o acqua di rubinetto non trattata. Non usate acqua distillata al 100%. Non usate mai amido, profumo o balsamo per tessuti.

Imparare a stare sui pattini a rotelle

pattini a rotelle

Il pattinaggio a rotelle è un’attività sana che tutti dovrebbero imparare a bordo. Imparare a pattinare a rotelle è un grande passo per costruire le ossa e i muscoli e migliorare le condizioni generali di salute del corpo. Tuttavia, ci sono molte cose che dovreste sapere per quanto riguarda l’apprendimento del pattinaggio, come ad esempio quanto tempo ci vuole per imparare a pattinare a rotelle e come pattinare. Queste sono le cose di cui parleremo in questo post.

Quanto tempo ci vuole per imparare a pattinare?

Dipende dal processo di apprendimento dell’allievo. Alcune persone imparano rapidamente, mentre altri si prendono il loro tempo per digerire tutto ciò che c’è da imparare. Di solito ci vuole da un’ora a circa 40 ore in una settimana al massimo perché un principiante impari a pattinare a rotelle. Tuttavia, questo lasso di tempo dipende da alcuni fattori. Uno di questi fattori è l’età. L’età gioca un ruolo importante nel processo di apprendimento. Più giovane è l’allievo, più facile è per lui da capire. Questo è il motivo per cui la maggior parte delle persone che hanno finito per diventare pattinatori ha iniziato da quando erano bambini a quando erano preadolescenti. Questo non significa che le persone più anziane non possano imparare velocemente come i più giovani. Anche l’equilibrio e la coordinazione del corpo giocano un ruolo importante in questo.

È difficile imparare a pattinare a rotelle?

Imparare a pattinare a rotelle non è diverso da chi cerca di imparare a giocare a calcio o ad altri sport. All’inizio sarà difficile, ma con coerenza e duro lavoro, diventare un esperto non è fuori dalla portata. La pratica, dicono, porta alla perfezione. Se sei disposto ad imparare a pattinare, devi essere disposto a metterci il tuo impegno. Ci vuole pratica per capire come muoversi, girare, fermarsi, rotolare, rotolare, fare retromarcia, ecc. e ci si dovrebbe aspettare di cadere un sacco di volte, perché tutti ci sono passati. Prima di poter fare il pattinaggio a rotelle, bisogna prendere nota del proprio equilibrio. L’equilibrio del corpo è probabilmente uno dei motivi principali per cui le persone hanno difficoltà ad imparare il pattinaggio a rotelle. Ad ogni piccolo urto, cadono perché hanno perso l’equilibrio.

Il pattinaggio richiede di alternare costantemente la posizione dei piedi, e questo fa cadere le persone se non sono in equilibrio. Questo è normale per ogni nuovo pattinatore. Se non avete il giusto equilibrio, il pattinaggio a rotelle sarà difficile per voi, il che significa che passerete molto tempo a cercare di imparare. Il fatto è che il pattinaggio può essere molto divertente se si riesce a sviluppare il proprio equilibrio. Con l’equilibrio arriva una velocità decente perché diventerete più sicuri di voi stessi nel pattinaggio a rotelle. Se avete raggiunto il giusto equilibrio, pattinare più a fondo sarà all’ordine del giorno. Sarete anche in grado di sfuggire a piccoli urti e di mantenere l’equilibrio.

Per migliorare il vostro processo di apprendimento, assicuratevi di trovare un istruttore o una persona con conoscenze di pattinaggio sufficienti e pratiche per insegnarvi le basi. Insegnarvi senza una pratica effettiva non sarà sufficiente. Spesso è più facile a dirsi che a farsi, quindi cercate un istruttore che sia disposto a insegnare e a fare pratica con voi.

Clicca qui per approfondire l’argomento sulle varie tipologie di pattini a rotelle che puoi trovare in commercio.

3 consigli per migliorare il tuo caffè a casa

macchina da caffè

Io (davvero) amo il caffè, quindi provo sempre nuovi modi per fare la migliore tazza di caffè fatta in casa. Ci sono alcune tecniche che possono migliorare immediatamente la qualità del vostro caffè, non importa quanto sia fantasiosa (o di base) la macchina da caffè che possedete in casa (a proposito, provate questa macchina da caffè a cialde e non ve ne pentirete!). Qui ci sono cinque consigli per rendere il vostro gusto di caffè a goccia molto meglio.

1. Acquista il caffè in grani fresco e intero

Una tazza di caffè è buona solo quanto i chicchi di partenza sono buoni. Se compri sacchi di caffè premacinato, lo fai in modo sbagliato. Cominciate invece con chicchi freschi e interi. C’è un motivo per cui la maggior parte delle aziende produttrici di caffè non fornisce la data di quando il caffè è stato tostato; la roba che trovate sullo scaffale del negozio di alimentari è probabilmente lì da mesi. Il caffè raggiunge il suo massimo sapore solo pochi giorni dopo la tostatura e dovrebbe essere consumato entro un mese dalla data di tostatura. Per trovare del caffè fresco, controllate i negozi di caffè locali. Alcuni tostano sul posto o provengono da torrefattori locali che tostano in lotti più piccoli, il che significa tipicamente caffè più fresco.

2. Conservare correttamente i chicchi

Conserva il caffè correttamente e manterrai il suo sapore fresco il più a lungo possibile. Per mantenere il caffè acquistato fresco più a lungo, assicurarsi di conservarlo correttamente. Mentre un contenitore sottovuoto sigillato con una valvola unidirezionale è raccomandato da molti, un barattolo standard sarà sufficiente per la maggior parte delle persone. Se avete più vasetti di tante dimensioni, non è una cattiva idea di spostare il caffè al barattolo di dimensioni più appropriate. In questo modo aiuterete il caffè a mantenere integro il proprio sapore senza che l’aroma e l’essenza si disperda nel barattolo in cui è contenuto.

3. Come e quando si macina

E’ bene macinare il caffè immediatamente prima dell’erogazione: in questo modo non si fa altro che ottenere il massimo del gusto. Gli esperti dicono che il caffè inizia a perdere il suo sapore entro 30 minuti dalla macinatura. In questo caso, è meglio macinare al momento, appena prima di preparare una tazza di caffè. Anche la dimensione e la consistenza della macinatura sono molto importanti al fine di ottenere un caffè di ottima qualità. Macinare troppo grossolanamente vorrà dire avere un caffè lento, insapore e poco gustoso. Se la macinatura è troppo fine, al contrario, il caffè si estrarrà troppo e avrà un sapore fin troppo deciso, potremmo dire anche amaro. La maggior parte delle caffettiere richiedono una macinatura da media a medio-fine. A meno che non vogliate spendere più di €100 per un macinacaffè automatico di qualità, un macinino manuale è il modo più conveniente per ottenere una macinatura piacevole e costante, anche se richiede una piccola quantità di lavoro manuale. Anche i macinatori a lama elettrica funzionano, ma producono particelle di dimensioni incoerenti, che possono portare a un’eccessiva estrazione.

Affettatrice: due modelli a confronto

modelli affettatrice

Oggi parliamo di affettatrici ed in particolar modo metteremo a confronto due dei modelli più venduti in modo da capire quali sono le caratteristiche che ricerchiamo e cosa ci potrebbe far propendere per l’uno o per l’altro modello. Naturalmente in commercio esistono diversi tipi di affettatrice: se vuoi conoscere tutti gli altri modelli clicca qui.

Ecco quindi quali sono i due modelli che oggi analizziamo.

Valley Sportsman

State cercando un modo per affettare la carne mentre siete in viaggio? L’affettatrice elettrica in acciaio inossidabile per alimenti e carne Valley Sportsman vanta un design compatto che contribuisce a renderla molto portatile. È inoltre dotata di un coperchio per il trasporto che protegge la lama durante il trasporto.

La lama da 8,7 pollici può essere regolata per fornire fette di carne di diverso spessore. Questo modello è stato progettato per essere molto facile da usare e pulire. Ci sono anche speciali piedini a ventosa antiscivolo sulla base per aiutare a tenerla saldamente in posizione durante il funzionamento.

Purtroppo, il Valley Sportsman 8.7 in acciaio inossidabile per alimenti e carne non sembra particolarmente resistente. L’alloggiamento è di plastica piuttosto che di metallo e sembra che possa rompersi in qualsiasi momento. Le dimensioni ridotte di questa affettatrice di carne significano anche che non è l’ideale per un uso pesante.

Inoltre, è probabile che gli utenti scoprano che le fette di carne che tagliano non sono particolarmente precise. Ciò è in parte dovuto al fatto che la lama dell’affettatrice ruota piuttosto lentamente. Tuttavia, questo è probabilmente un piccolo problema per le persone che vogliono avere la possibilità di affettare la carne mentre viaggiano.

Pro

  • Vanta un motore da 180 Watt.
  • Affetta direttamente su un piatto.
  • Dispone di piedini antiaderenti.
  • Viene fornito con un coperchio del carrello.

Contro

  • La lama non è particolarmente precisa.
  • Non è l’ideale per affettare una grande quantità di carne.

Affettatrice elettrica Della

Siete pronti a godere di alimenti affettati alla perfezione? L’Affettatrice Elettrica Commerciale di Carne Della 8.7″ affetta molto velocemente e in modo uniforme. Le fette perfettamente regolate sono fornite fino alla fine del pezzo di carne.

Questo è garantito dalla lama in acciaio inox massiccio da 8,7 pollici. Questa lama viene costantemente affilata durante il funzionamento. Ciò significa che gli utenti possono essere sicuri che la lama sarà sempre molto affilata quando ne hanno bisogno.

Come bonus aggiuntivo, l’affettatrice elettrica commerciale di carne Della 8,7″ è veloce e facile da smontare. Questo aiuta ad assicurarsi che il processo di pulizia sia un gioco da ragazzi. Il design in metallo solido aiuta anche ad eliminare la diffusione di germi e la contaminazione.

Va notato che questo modello tende a surriscaldarsi molto durante il funzionamento. Infatti, si consiglia di lasciarlo raffreddare ogni dieci minuti. È probabile che questo vada bene per un uso occasionale, ma può essere un po’ scomodo e anche potenzialmente pericoloso.

Gli utenti potrebbero anche scoprire che il motore non è particolarmente potente. È probabile che faccia fatica con oggetti particolarmente grandi o congelati. Tuttavia, la carne normale, il formaggio, il pane e le verdure sode possono essere affettati con facilità.

Pro

  • Affetta molto rapidamente e in modo uniforme.
  • Vanta un design molto solido e resistente.
  • Affetta finemente verdure sode, pane e carne.
  • Viene fornito con un affilacoltelli incorporato.
  • Facile da usare e pulire.

Contro

  • Deve essere lasciato raffreddare ogni dieci minuti.
  • Il motore è piuttosto debole.

Stai friggendo in modo sicuro?

friggitrice

Mentre i cibi fritti sono sempre più popolari e piacciono sempre di più, la cottura con questo metodo lascia un margine di errore che può essere disastroso. Seguendo alcune semplici regole, è possibile friggere in modo totalmente sicuro.

  1. Usare olio con un alto punto di fumo. Questa è la temperatura alla quale un olio può essere riscaldato prima che fumi e bruci. Gli oli saturi e monoinsaturi sono i più stabili per friggere. Gli oli ricchi di polifenoli o antiossidanti sono anche più facili da lavorare, perché sembrano meno danneggiati alle alte temperature – tra questi l’olio di oliva e l’olio di colza.
  2. Utilizzare una padella grande, larga e robusta. Non riempite mai la pentola più di due terzi di olio, perché potrebbe bollire quando il cibo viene aggiunto, e potrebbe rovesciarsi.
  3. Assicuratevi di avere un coperchio ben aderente a portata di mano nel caso in cui l’olio prenda fuoco. Se la vostra teglia non ha un coperchio che si adatti, una teglia grande e piatta farà il lavoro.
  4. Controllate la temperatura dell’olio. Se avete un termometro per alimenti riscaldate l’olio a 160°C per il basso, 180°C per il moderato e 190°C per l’alto. Evitate di riscaldare l’olio ad una temperatura superiore a questa, perché potrebbe prendere fuoco. Se non avete un termometro, provate l’olio con un cubetto di pane. Dovrebbe dorare in 30-40 secondi quando l’olio è a calore moderato.
  5. Non mettete mai il cibo bagnato nella friggitrice. L’eccesso di liquido causerà la formazione di schizzi d’olio che possono causare lesioni. I cibi particolarmente umidi devono essere tamponati con carta da cucina prima di friggere.
  6. Non lasciate mai una padella di olio caldo incustodita; può essere sufficiente un minuto o due perché l’olio si surriscaldi e prenda fuoco.
  7. Allontanare i manici dalla parte anteriore della pentola per evitare che la pentola si stacchi dal piano di cottura.
  8. Mantenere la cucina una zona priva di bambini mentre si frigge. Le mani piccole possono causare catastrofi quando si ha a che fare con l’olio caldo.
  9. Togliere il cibo con un grande cucchiaio a fessura o con una pinza robusta, qualcosa che permetta all’olio di scolare mentre si solleva il cibo.
  10. Per smaltire l’olio in modo sicuro, lasciarlo raffreddare completamente, versarlo in una brocca e poi rimetterlo nella sua bottiglia originale. Non versate mai l’olio nel lavandino, a meno che non vogliate che i tubi siano bloccati!

Cosa fare se dovessero capitare inconvenienti

  • Se l’olio comincia a fumare, spegnere il riscaldamento e lasciare raffreddare l’olio.
  • Se l’olio prende fuoco, spegnete il fuoco e soffocate le fiamme con un coperchio, una grande teglia da forno o una coperta antincendio – o usate un estintore, se ne avete uno.  
  • Non spruzzare mai il fuoco con acqua; ciò causerà la propagazione delle fiamme.

Una volta ben acquisiti i concetti di sicurezza, è bene informarsi su quali modelli possano rispecchiare le tue esigenze: puoi trovare tutti i modelli disponibili sul mercato e le loro recensioni sul sito specializzato https://friggitriceclick.com/.

Grigliare: quali sono i pericoli da evitare

Con l’estate che si avvicina rapidamente, molti appassionati di cucina non vedono l’ora di tirar fuori il grill per qualche gustoso pasto estivo. Tuttavia, la griglia può davvero essere deleteria se usata in modo improprio. Dato che luglio è il mese più comune per gli incendi a causa delle grigliate, è meglio stabilire delle regole per quanto riguarda le grigliate e ricordarle ai vostri inquilini molto prima dell’inizio dei mesi estivi.

Esaminiamo i vari tipi di griglie e i rischi di ciascuna.

 Griglie a carbone

La preoccupazione principale con le griglie a carbone è il rilascio di monossido di carbonio, un gas inodore, incolore e mortale. Se utilizzate in un’area poco ventilata, le griglie a carbone possono rilasciare abbastanza monossido di carbonio da diventare mortali. Inoltre, i carboncini caldi emettono ancora un po’ di monossido di carbonio, quindi assicuratevi che i carboncini usati siano completamente freddi prima di smaltirli, e non conservate mai una griglia con carboncini caldi al chiuso o in un garage.

Griglie a propano

Anche se spesso considerate più sicure delle griglie a carbone, le griglie a propano rappresentano un notevole rischio di incendio. Infatti, l’83% degli incendi delle griglie sono appiccati con le griglie a gas! La preoccupazione principale con le griglie a propano sono le perdite di gas, che possono portare all’esplosione. Ad esempio, se i collegamenti dei tubi flessibili non sono sicuri, il gas in eccesso può accumularsi sotto il coperchio ed esplodere.

Griglie elettriche o bistecchiere elettriche

Generalmente più sicure delle griglie a carbone o a propano, le griglie o bistecchiere elettriche possono rappresentare un rischio di incendio se si utilizza una prolunga non adatta all’uso all’aperto. Il rischio di incendio esiste per tutti i tipi di griglie, ma il rischio è ancora maggiore quando sono usate su un balcone o su una terrazza. I balconi sono vicini agli edifici per natura, e molti muri sono fatti di materiali combustibili. Se una griglia prendesse fuoco, probabilmente darebbe fuoco all’edificio o alla terrazza vicini. Le griglie su queste superfici possono violare anche le ordinanze della città. Per esempio, in alcune città vige la seguente ordinanza sulle grigliate: “Per le abitazioni mono e bifamiliari diverse dalle abitazioni mono e bifamiliari, non si devono usare o accendere griglie a gas, griglie a carbone o altri dispositivi simili usati per cucinare, riscaldare o per qualsiasi altro scopo, su qualsiasi balcone o sotto qualsiasi porzione di sporgenza o entro 10 metri da qualsiasi struttura”. In generale, le grigliate devono essere fatte su una superficie non combustibile in un’area ben ventilata, a 10 metri di distanza da qualsiasi struttura. Considerate la possibilità di avere un estintore vicino a qualsiasi area comune per la grigliata.

Detto ciò, l’importante è utilizzare la vostra bistecchiera elettrica nelle condizioni di sicurezza. Per capire di cosa stiamo parlando basta leggere le istruzioni d’uso riportate in qualsiasi bistecchiera elettrica si trovi in commercio. Il loro utilizzo improprio può causare danni, ma se utilizzate regolarmente le bistecchiere elettriche non presentano nessuna minaccia per la tua incolumità o per quella dei tuoi cari e della tua casa.

Per saperne di più sulle bistecchiere elettriche puoi visitare il sito Bistecchiera Elettrica Click.

Come utilizzare un’idropulitrice in modo sicuro

L’idropulitrice è uno degli strumenti migliori per pulire le superfici esterne. Sono molto più veloci ed efficaci di una spazzola per scrostare lo sporco alla vecchia maniera. Tuttavia, a causa dell’alta pressione che producono, è necessario capire come farne funzionare correttamente una prima di iniziare.

L’alta pressione dell’acqua nebulizzata può danneggiare le proprietà. Può rompere i finestrini, togliere la vernice dalla vostra auto o sgorgare i fori di mattoni. Può anche causare danni fisici come lacerazioni, elettrocuzione e cadute mortali. Prima di iniziare a usare l’idropulitrice, assicuratevi di aver capito come usarla in modo sicuro.

Ingranaggi di protezione:

  • Leggete il manuale – Vi dirà esattamente come utilizzare la vostra macchina, in più includerà informazioni sulle parti di ricambio, il servizio clienti, le garanzie e i suggerimenti per la risoluzione dei problemi.
  • L’ugello a zero gradi – È l’ugello a pressione più alta (rosso) che spara un flusso d’acqua molto stretto, il che lo rende il più pericoloso in termini di lesioni fisiche e danni alle cose. Raramente, se non mai, avrete un lavoro di pulizia che richiede qualcosa di così forte.
  • Indossare l’equipaggiamento protettivo. Niente pantaloncini e infradito. Pensate a occhiali protettivi, guanti da lavoro, scarpe chiuse (preferibilmente stivali con punta in acciaio), protezioni per le orecchie (soprattutto con l’idropulitrice a gas) e pantaloni.
  • Preparate l’ambiente circostante. Coprite le luci esterne e le bocchette di ventilazione e chiudete le finestre. Togliete di mezzo tutti i pericoli di inciampo, compresi mobili, tubi flessibili, fili metallici, giocattoli, piante in vaso, animali domestici e bambini.
  • Giù le mani. Se c’è una regola di sicurezza da ricordare è quella di non mettere mai, MAI, le mani o qualsiasi altra parte di voi nel getto dell’idropulitrice. Non spruzzarlo su nessun altro. Non lasciate mai che i bambini usino l’idropulitrice, a meno che non siano grandi che ne comprendano i rischi.
  • Niente scale! Le idropulitrici possono produrre un forte contraccolpo, che può portare a una brutta caduta. Quindi niente scale. Scegliete invece le bacchette di prolunga per raggiungere le zone alte. Oppure chiamate un addetto alle pulizie professionista.

Consigli di sicurezza per i diversi modelli

  • Per le idropulitrici elettriche, evitare le prolunghe. Poiché si accoppiano elettricità e acqua, c’è sempre il rischio di folgorazione se la prolunga non è messa a terra correttamente. Una prolunga può anche accorciare la durata dell’idropulitrice e in alcuni modelli può addirittura invalidare la garanzia. Consultare SEMPRE il manuale d’uso prima di usare una prolunga.
  • Per le idropulitrici a gas, non farne mai funzionare una all’interno o in uno spazio chiuso. È necessaria un’adeguata ventilazione per lo scarico, che contiene monossido di carbonio. Importante: se avvertite vertigini, vi sentite troppo stanchi, avete mal di testa, nausea o difficoltà respiratorie, spegnete la macchina, prendete un po’ d’aria fresca e chiamate il medico. Inoltre, il motore può diventare molto caldo. Quando hai finito, spegnila e lasciala raffreddare prima di metterla via. Tenete i tubi flessibili lontano dal motore in modo che non si sciolgano.

Queste ed altre informazioni su come scegliere l’idropulitrice che si adatta meglio alle tue esigenze le trovi sul sito specializzato idropulitriceclick.com.

Scopa elettrica a filo vs scopa elettrica a batteria

Sia i modelli di scopa elettrica a batteria che quelli con cavo hanno i loro vantaggi e svantaggi. La domanda non è quale sia il migliore, ma come ci si accontenta di un tipo, visto che è così difficile scegliere? Credo che quando si ha a che fare con la scelta tra due prodotti della stessa categoria (sono entrambi elettrici) ma che sono alimentati in modo diverso, in genere si dovrebbero considerare i 3 aspetti successivi.

Dove hai intenzione di usarlo?

Il primo punto è il problema più complicato da risolvere. La maggior parte delle scope elettriche può essere usata sia su pavimenti in legno duro che su tappeti morbidi. Per le texture davvero ingombranti, avete la spazzola a rullo che va in profondità all’interno del tessuto e raccoglie i residui che vi si depositano. Tuttavia, quando si passa dalla superficie della moquette al pavimento duro, è necessario cambiare la spazzola e lasciare che la scopa funzioni esclusivamente con la potenza di aspirazione. Generalmente, una scopa elettrica con cavo è più potente di una scopa senza cavo e può essere usata anche per periodi di tempo più lunghi, il che la rende più adatta per tessuti ingombranti e residui più grandi. Ma, pur offrendo una grande potenza di aspirazione e una profonda pulizia della moquette, questo articolo porterà con sé un grande impedimento: il cavo. Questo subdolo cavo nero continuerà a rimanere incastrato sui mobili e potrebbe addirittura intralciare la vostra pulizia.

Riassumendo, se la vostra casa ha una grande superficie di moquette, per ottenere i migliori risultati, dovreste acquistare una scopa elettrica con cavo, anche se successivamente dovrete affrontare il peso del cavo. Tuttavia, se avete bisogno di pulire soprattutto pavimenti duri come piastrelle o legno, una scopa elettrica a batteria vi offrirà abbastanza tempo e potenza di aspirazione per finire il vostro lavoro. Ricordatevi solo di controllare sempre se la batteria non si sta scaricando.

Quanto pensate di usarla?

Il problema del tempo può diventare davvero cruciale in determinate circostanze. In almeno una circostanza, dimenticherete di ricaricare la batteria e vi troverete costretti ad aspettare 7 o 8 ore per una batteria completamente carica che può durare 20 minuti o 1 ora, a seconda di ogni prodotto. D’altro canto, se avete una famiglia numerosa, correte il rischio di rompervi una gamba dopo aver inciampato sul cavo. Se così non fosse e siete invece piuttosto attenti, acquistate un prodotto senza fili: renderà il vostro lavoro molto più facile e piacevole.

Chi usa il prodotto?

Se è il vostro ragazzo/a adolescente che si occupa di spazzare il salotto, dovreste comprare una scopa elettrica senza fili per rendergli le cose più facili. In genere le scope elettriche alimentate a batteria sono più sicure (anche se i rischi di incidenti elettrici ci sono, ad esempio se si dispone di un impianto elettrico più vecchio, può rappresentare un certo rischio). Se decidete per una scopa elettrica senza filo, potete semplicemente assicurarvi di riporla sempre nell’unità di ricarica in dotazione, in modo da averla pronta per partire ogni volta che ne avete bisogno.

Trovi tante altre curiosità e consigli sull’utilizzo della scopa elettrica su https://scopaelettrica-top.com.

Misuratori laser: caratteristiche e curiosità

I dispositivi di misurazione laser devono essere scelti in base all’uso e alle circostanze richieste. Per una misurazione precisa, è sempre meglio che il distanziometro laser abbia la funzione di misurazione continua, con indicazione del valore minimo, che assicura che la misurazione sia esattamente perpendicolare alla parete. Ecco alcuni esempi di come le circostanze possono guidarvi nella scelta del miglior strumento di misura laser in base alle vostre esigenze.

  • Se si devono effettuare misurazioni in un appartamento, è sufficiente una capacità di misura fino a 30 m. Ad esempio, si può optare per il distanziometro laser mini, che è tascabile e pesa solo 36 g, oppure si può acquistare il doppio laser per effettuare comodamente misure fino a 50 m senza piegarsi.
  • Se si devono effettuare misure in edifici più grandi o anche all’aperto, è meglio scegliere distanziometri laser con una capacità di almeno 50-60m, dotati di un raggio laser che permette una maggiore emissione luminosa, con un inclinometro digitale, utile per valutare le pendenze e dirigere il raggio laser in orizzontale o in verticale (o nella direzione desiderata).
  • Per le lunghe distanze è necessario scegliere un modello con fotocamera e mirino, quest’ultimo dotato anche di 4x ZOOM. Se c’è una telecamera, il raggio verde non è necessario, perché il mirino mostra esattamente dove si sta puntando il raggio laser.

Quali sono le caratteristiche principali degli strumenti di misura laser? Cosa vi distingue dai marchi concorrenti?

I nostri esperti studiano il comportamento degli utenti e dalle loro esigenze traggono idee per creare nuovi prodotti brevettati, che includono soluzioni semplici ed efficaci. Negli ultimi anni Metrica ha offerto regolarmente prodotti innovativi e miglioramenti significativi agli strumenti esistenti nel campo della misura professionale, coprendo più di un semplice misuratore di distanza laser.

Perché alcuni distanziometri laser utilizzano raggi laser verdi?

I raggi laser verdi sono molto più visibili anche in ambienti luminosi. Certo, questi dispositivi non sostituiscono i modelli con raggio rosso e telecamera, ma migliorano la visibilità ad occhio nudo del punto da misurare sulle lunghe distanze.

Vantaggi dell’uso dei misuratori di distanza laser

  • Misurazioni più rapide, il che significa che si può risparmiare tempo.
  • Funzionamento automatico
  • La misurazione delle lunghe distanze diventa più facile
  • Capacità di registrare le misure
  • Con l’uso di un distanziometro compatibile con il Bluetooth, è possibile trasferire facilmente i dati ad altri dispositivi
  • Più preciso e affidabile
  • Dimensioni compatte, si può tenere anche in tasca.
  • Più sicuro perché in alcuni casi potrebbe non essere necessario uscire su un muro o su un cornicione o su una scala.
  • Può essere facilmente utilizzato da una sola persona, a differenza del misuratore a nastro

Principale area di applicazione

  • Difesa – Misurare la distanza e la posizione dei bersagli
  • Sport- In giochi come il golf, la caccia dove è necessario misurare lunghe distanze
  • 3 D Modelling – I misuratori laser sono ampiamente utilizzati nel riconoscimento di oggetti in 3D, nella modellazione di oggetti in 3D e in un’ampia varietà di campi legati alla visione artificiale
  • Produzioni industriali
  • Costruzioni e opere civili